Risultati immagini per liebster award

 

Non c’è due senza tre… e quindi, rieccoci con il mio terzo Liebster Award!

Ringrazio tantissimo Giulia che, dal suo “L’Angolo di Giulia” mi ha nominata… e procedo con le istruzioni, ma tanto so che ormai le conoscete benissimo anche voi:

 

1 – Ringraziare chi ci ha nominato;
2 – Scrivere qualcosa sul blog che preferite;

3 – Rispondere alle undici domande del blogger che ci ha nominato;
4 – Scrivere, a piacere, undici cose su di te;
5 – Nominare a tua volta undici blog con meno di duecento follower;
6 – Formulare undici domande per i blogger nominati (ehm…facciamo che sette bastano?! ); 
7 – Informare i blogger della nomination.

Iniziamo!

1 – Ringraziare chi ci ha nominato
Checked… di nuovo, mille grazie Giulia!

2 – Scrivere qualcosa sul blog che preferite

Chiedermi di scegliere un solo blog è come chiedermi di scegliere il libro preferito… non sono certa sia una domanda ragionevole o legale! Seguo moltissimi blog e da tutti imparo sempre qualcosa di bello e nuovo. Quindi sentitevi in diritto di considerarvi tutti nominati (e nominate) in questo punto.

3 – Rispondere alle 11 domande del blogger che ci ha nominato

  1. Il film/libro/serie tv che più vi ha emozionato e perché.

Scelta difficile… anzi, impossibile!

  1. La stagione che più vi rappresenta e perché.

Estate. Sono una lucertola, ho bisogno di luce solare per tante ore consecutive e di calore e della frutta e della verdura di stagione. E poi, come me, l’estate è la stagione gioviale, estroversa, allegra… ma se non si sta bene attenti e si sottovaluta il sole, ci si ritrova pieni di scottature, eritemi e problemi. È una stagione cui approcciarsi con cautela!

  1. Dolce o salato? O tutti e due?

Salato, salatissimo!

  1. Voi come gestite l’ansia data dalle brutte situazioni o nel momento in cui ci si aspetta qualcosa da voi?

La risposta sensata è che cerco di mantenere la calma, di controllare la respirazione e mi ripeto che farsi prendere dall’ansia non mi aiuterà di certo ad uscire dal pasticcio, né mi farà fare bella figura.
La verità è che non so come riesco a gestirla, le volte in cui ci riesco, e non so COME gestirla in tutte le altre. Magari guarderò le risposte delle altre nominate per prendere ispirazione…

  1. Indumenti comodi o modaioli? O anche entrambi (se si trovano)

La stessa domanda, fatta qualche anno fa, avrebbe avuto come risposta “modaioli sempre e comunque”. Ora che ho una certa età… comodità innanzi tutto. Senza rinunciare a un tocco ricercato, con un po’ di impegno le due cose si possono abbinare.

  1. Questa domanda è strana: nel momento in cui un autore scrive un libro che proprio non vi piace, ma i precedenti li avete adorati come non mai, cercate disperatamente qualcosa di bello nel libro o vi mettete l’anima in pace e lo lasciate sullo scaffale a prendere polvere? (i riferimenti all’ultimo Harry Potter non sono casuali, a breve una mia recensione sarà disponibile).

Più che ad Harry Potter (su The Cursed Child potrei aprire un dibattito infinito, ma riassumo dicendo che, non essendo tutta farina del sacco della Row non lo considero facente parte del continuum potteriano e lo considero una buona fanfiction, nulla più) questa domanda mi fa pensare a Lewis e alle Cronache di Narnia e alla cocentissima delusione dovuta al settimo libro. La risposta in quel caso è che “mi metto l’anima in pace”: così come un cantautore avrà fatto fra varie canzoni qualcosa che non mi garba o un attore non avrà recitato un ruolo convincente, … tutti “sbagliano”. Ciò non mi rende meno gradito, amato e adorato tutto il resto!

  1. Al cinema siete più da film d’autore un po’ cervellotico o un rilassante Kolossal pieno di effetti speciali ma senza necessità di troppa concentrazione sul filo logico della trama?

Al cinema cartoni e azione; i film impegnati e drammatici rigorosamente in casa, con tanti pop corn e altrettanti fazzoletti a portata di mano – non piango certo per i film, io! È il sudore della concentrazione che esce dagli occhi…

  1. Chi di voi non si è mai impantanato nel canale Real Time a vedere tutti quei programmi di dubbia origine???? (qui voglio la sincerità eh )

PRESENTE! Anche se oramai lo sto abbandonando. Adoravo “Cortesie per gli ospiti” e le prime stagioni di “Ma come ti vesti!”, così come il “Fuori Menù” di Borghese e il meraviglioso “Re-Fashion”. Ora che è tutto un fiorire di spose, sposine e sposette e torte, tortine, tortette (non so se trovo più irritante il boss delle torte o quello delle cerimonie), mi sono trasferita in altri lidi. Ma una capatina sul 31, per sicurezza, la faccio sempre.

  1. L’elettrodomestico a cui non potreste mai dire di no…

Il freezer! Con la vita frenetica, la comodità di buttare direttamente in padella una cosa praticamente pronta è impagabile. Soprattutto se invece dei “Quattro salti in padella” si tratta delle lasagne già porzionate della mamma!

  1. …e quello a cui non solo direste no, ma che fiondereste fuori dalla finestra alla prima occasione.

In realtà nessuno, ho un buon rapporto con l’elettronica.
Diverso il discorso con l’informatica… ma avere una sorella minore giovane serve a quello, l’IT è campo suo.

  1. Tra cambiare il proprio passato o conoscere il proprio futuro, cosa scegliereste?

Nessuno dei due. Cambiando il passato non si sa mai cosa si provoca, e comunque qualsiasi esperienza o sbaglio mi hanno portato oggi ad essere chi sono e non vorrei essere diversa. Quanto al futuro… e se quello che vedessi non dovesse piacermi? Come sarebbe vivere tutta la vita lottando contro qualcosa e magari realizzare quel qualcosa proprio perché lo si evitava?
…anche se magari…una sbirciatina in un giorno normale, senza vedere momenti chiave…
4 – Scrivere a piacere 11 cose su di te

  1. Sono bionda naturale, ma per molti anni mi sono tinta i capelli di scuro… il colore che ho amato di più era “Ribes Delizia”, della (credo) Garnier. Mai più trovato.
  2. Amo la cucina orientale, ma non sono una fan di spezie e ogni tanto mi intimorisce il pensiero di cosa si nasconda nelle cucine dei ristoranti. Per fortuna che mia sorella cucina bene e – come me! – è molto attratta dai piatti orientali…che mi riproduce comodamente a casa. E gratis!
  3. Detesto il profumo della lavanda. Mi fa sentire come l’interno di un cassetto della biancheria.
  4. Spendo quasi più soldi in crocchette e snack per il mio cane che in cibo per me.
  5. Ho quattro tatuaggi e non vedo l’ora di fare il quinto – ho il soggetto e il posto, manca solo il/la tatuatore/trice.
  6. Detesto, schifo e aborro gli aracnidi. Di qualsiasi dimensione. Quei cosi con otto ributtanti zampe. Avete presente Ron ne “La camera dei segreti”? Mai mi sono sentita più empatica con un Weasley.
  7. Trovo Venezia estremamente sopravvalutata, è puzzolente, piccionosa e non mi piace nemmeno un po’. E quando lo dico in giro rimedio sempre occhiatacce.
  8. Non è vero che mia sorella cucina gratis, per me: in realtà vengo usata come cavia per i suoi cosmetici home made. Non dovrei lamentarmene, ma effettivamente certe consistenze mi lasciano un po’ perplessa… non mi si è ancora sciolta la faccia, per lo meno.
  9. Ho fatto il test di Pottermore e il mio Patronus è un Chow Chow…non so cosa pensare…
  10. Direi che vi ho detto a sufficienza su di me…se vi rivelassi altro sarei poi costretta a sbarazzarmi di voi…

 

5 – Nominare a tua volta sette blog con meno di duecento follower

  1. Spiritoinmovimento
  2. 1000usi
  3. Makeup with G
  4. Lunacherry
  5. Naturalmente Alma
  6. My Pochette
  7. Advice of beauty


6 – Formulare undici domande per i blogger nominati

  1. Quale città americana vorresti visitare?
  2. Stai partecipando ad un reality: qual è? E chi sono i giudici? (sia reale, sia immaginario!)
  3. Quale avvenimento vorresti cancellare dall’ultimo anno della tua vita?
  4. Sole o pioggia?
  5. Se dovessi scegliere un fiore che ti rappresenta, quale sceglieresti? E perché?
  6. Assaggeresti mai insetti o altri cibi MOLTO esotici?
  7. Qual è l’ultima città italiana che hai visitato? E quella straniera?
  8. Sei una tecnopate che si mette in fila per l’ultimo smartphone la sera prima del lancio ufficiale oppure sei una di quelle persone che lasciano i propri device (o il proprio) in giro, dalla poca attenzione che vi prestano?
  9. Il tuo peluche preferito da bambino, quale era e come si chiamava?
  10. Hai mai iniziato a leggere un libro che non sei però mai riuscito a finire?
  11. Abbronzatura: andreste in una spiaggia per nudisti, solo per sfoggiare una tintarella integrale?

 


7 – Informare i blogger della nomination.

Fatto! E quindi… buone risposte a tutti!

 

Annunci