Tutta l’educazione della prima infanzia deve essere informata a questo principio: aiutare il naturale sviluppo del bambino” (Maria Montessori)
Secondo Maria Montessori (educatrice, pedagogista, filosofa, medico, neuropsichiatra infantile e scienziata italiana) l’educazione sensoriale rappresenta una tappa fondamentale e imprescindibile rispetto ad attività più complesse, per aiutare lo sviluppo cognitivo del bimbo. Per la celebre studiosa, stimolare e affinare i cinque sensi amplia il campo della percezione di ogni bambino, offrendo così una solida base allo sviluppo dell’intelligenza. Attraverso i sensi e il movimento, infatti, il bambino esplora l’ambiente e acquisisce le idee necessarie per lo sviluppo del successivo pensiero astratto. Per questo, il metodo montessoriano, assegna un ruolo centrale alle attività che stimolano la crescita e la formazione delle capacità mentali e sensoriali. A questo scopo, il materiale sensoriale (messo a punto dalla studiosa stessa) aiuta ogni bimbo ad allenare e sviluppare tutte le sue abilità.

Sulla scia di questo pensiero HEADU, brand orgogliosamente italiano, ci propone tutta una serie di giochi divertenti e istruttivi che vanno a stimolare le intelligenze multiple dei bambini attraverso dispositivi didattici che allenano in modo spontaneo e non forzato una capacità di apprendimento permanente.


Non dimentichiamoci che, per i bambini, il gioco non è un passatempo, ma rappresenta un vero e proprio strumento evolutivo. Grazie ai bellissimi dispositivi ludici e didattici HEADU tutti (genitori, insegnanti, educatori…) possono esserecoinvolti in prima persona e totalmente in questo bellissimo viaggio fatto di scoperte, esperienze, colori e tanto divertimento!

Ecco quello che ho ricevuto da HEADU per il piccolo Lorenzo


LA MIA CASETTA MONTESSORI
Quali sono le caratteristiche di questa attività?

Innanzitutto lo scopo è quello di mettere in ordine gli oggetti e ricomporre la propria casetta. Con questo maxi-gioco, il bambino classifica gli oggetti sagomati e ne individua l’esatta collocazione. Il gioco aiuta ad acquisire l’identità e l’autonomia personale, sviluppa il tatto, insegna a svolgere piccoli compiti, a riconoscere le forme e a classificare gli oggetti. Il gioco è formato dalla casetta da ricomporre attraverso 6 schede fatte di cartone doppio spessore, un libricino illustrativo e tantissimi oggetti da mettere a posto.


Lorenzo è ancora un po’ piccolo per questo gioco, ma si è subito mostrato curioso nei confronti della novità e a cominciato ad esplorarla a modo suo…

FLASH CARDS PRIME SCOPERTE
Quaranta grandi carte in robusto cartone, per svolgere diverse attività educative con livelli di difficoltà progressiva e per abituare il bambino all’ascolto e al riconoscimento di tantissime parole. Grazie a questo gioco il bambino impara ad ascoltare e comprendere il significato delle parole, memorizza parole e testi, riconosce forme e colori, impara l’alfabeto ed le prime associazioni logiche.


Le carte sono belle e coloratissime, eccone alcune


A Lorenzo è piaciuto il fatto che molte abbiano dei particolari in rilievo…le ha toccate e osservate con grande interesse!



Penso che questi dispositivi didattici siano veramente un ottimo strumento educativo, senza naturalmente dimenticare l’aspetto ludico. Teneteli presenti se avete un bambino o se dovete fare un regalo! Bambini e genitori vi ringrazieranno!

Io non posso che ringraziare HEADU e la gentilissima Francesca per avermi fatto scoprire questo meraviglioso mondo!

Cosa fate ancora qui?

Andate a dare un’occhiata a tutte le proposte del loro SITO!

Alla prossima! 

Silvia

Annunci